Anello Borbonico in Bronzo Argento 925

150,00230,00 iva inclusa

Anello che vuole ricordare con poche ma esplicite simbologie tutto lo splendore e la grandezza del Regno delle due Sicilie  1734-1861. Nella parte centrale è raffigurato lo stemma del regno in parte semplificato per motivi logistici, su di un lato i confini del Regno con la raffigurazione del territorio dell’epoca che si estendeva dalla Sicilia all’Abruzzo (metà dell’attuale territorio Italiano). Su l’altro laterale invece è raffigurato quello che è uno dei golfi più belli del mondo: il magico golfo di Napoli, capitale del Regno e seconda città europea dopo Parigi.

Provvederemo a spedire gli articoli entro 15 giorni dopo aver mandato la mail di conferma.

Svuota
COD: DNA-BOR-002 Categorie: , , , Tag: , , ,

Descrizione

COLLEZIONE BORBONICA  DNApoli

Anello che vuole ricordare con poche ma esplicite simbologie tutto lo splendore e la grandezza del Regno delle due Sicilie  1734-1861.

Collezione borbonica DNApoli .

Tempo di grande splendore per il SUD , un economia solida e sempre in crescita  , tempo di grandi primati in tutta Europa .

Nella parte centrale è raffigurato lo stemma del regno in parte semplificato per motivi logistici, su di un lato i confini del Regno con la raffigurazione del territorio dell’epoca che si estendeva dalla Sicilia all’Abruzzo (metà dell’attuale territorio Italiano).

Su l’altro laterale invece è raffigurato quello che è uno dei golfi più belli del mondo: il magico golfo di Napoli, capitale del Regno e seconda città europea dopo Parigi.

A partire dal XVIII secolo altri due rami della famiglia Borbone si stabilirono su troni stranieri.

Il primo fu quello dei Borbone di Spagna. Capostipite fu Filippo V (un nipote di Luigi XIV) che, nominato erede nel testamento di Carlo II, fu proclamato re di Spagna nel 1700.

Tuttavia venne riconosciuto dalle monarchie europee solo con i trattati di Utrecht e di Rastatt, che ponevano fine alla Guerra di Successione Spagnola .

I Borbone di Spagna furono detronizzati due volte (1808 e 1868), dovettero affrontare guerre civili  e abbandonare la Spagna nel 1931.

Sono infatti tornati sul trono con Juan Carlos I, che, designato dal 1969 come successore del generale Francisco Franco, è diventato re nel 1975.